UN'ORA DI MUSICA

 

"Roberto Puliero Soldato violinista”

L'appuntamento si terrà Castelvecchio, nella sede del Circolo Unificato dell'Esercito
Sabato 14
 novembre ore 17.30 - Corso Castelvecchio, 4 Verona.

 


Sabato 14 novembre alle ore 17.30 prosegue la stagione musicale "Un'ora di musica”, che si svolge al Circolo Unificato di Castel Vecchio (VR).

L’appuntamento vedrà Roberto Puliero interprete della famosa favola di Igor Stravinkji Storia di un soldato o L'Historie du Soldat

Si tratta di una piece di teatro musicale da camera composta dal famoso autore russo nel 1918 su testo di Ferdinand Ramuz, ispirato alla mitica figura di Faust. Originariamente creata per un organico ampio, (settimino con archi fiati e percussioni) fu trascritta dall'autore, causa le difficoltà economiche per la messa in scena, per violino, clarinetto, pianoforte e voce recitante.

Gli esecutori sono tre musicisti de I Cameristi di Rovereto: Alessandro Cotogno violino, Marco Bruschetti clarinetto, Emilia Campagna pianoforte, cui si affianca la voce recitante del poliedrico attore veronese Roberto Puliero che ha fatto suo il personaggio principale dando al soldato la verve che caratterizza tutte le sue interpretazioni. Il lavoro in questa versione si presenta come prima assoluta.. 

 

Alessandro Cotogno, violinista.
Ha compiuto gli studi musicali presso i conservatori di Verona e Trento, perfezionandosi successivamente a Ginevra. In duo ha vinto il I° premio al Concorso Nazionale ENDAS di Genova e al Concorso Internazionale di Stresa. Ha svolto attività strumentale in vari ambiti (orchestra dell' Ente Arena di Verona; quartetto d'archi dell' Interensemble di Padova; Ensemble European di Liegi; orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza; I Cameristi di Rovereto. È  insegnante di violino presso la Civica Scuola Musicale “R.Zandonai” di Rovereto.

Nel 1989 Marco Bruschetti si è diplomato in clarinetto dopo aver conseguito la maturità classica presso il Liceo Antonio Rosmini di Rovereto, studiando con Athos Ciech alla Civica Scuola Musicale Riccardo Zandonai. Ha approfondito tecnica e repertorio dello strumento con Luciano Tessari del Conservatorio G. Verdi di Milano. Si è perfezionato con Giuseppe Garbarino all’Accademia Chigiana di Siena e con Alessandro Carbonare all’Accademia Paolo Chimeri di Lonato (BS). Nel 2007, sotto la guida di Lorenzo Guzzoni ha conseguito la Laurea specialistica musicale presso il Conservatorio di Riva del Garda. Ha partecipato presso la Scuola di Musica di Fiesole ad una Masterclass con il Quintetto Bibiena con il proprio quintetto a fiati. Ha tenuto concerti in Italia e all’estero in varie formazioni cameristiche. Ha collaborato con l’Accademia Filarmonica Trentina, l’Orchestra Regionale Haydn, l’Ensemble Zandonai di Trento e il Complesso Corelli, eseguendo da solista i concerti di A. Copland e W. A. Mozart. Con i sassofonisti jazz Francesco Bearzatti e Robert Bonisolo, dopo aver conseguito il compimento inferiore di saxofono, ha studiato il linguaggio jazz e la tecnica di improvvisazione del be-bop. Dal 1990 insegna clarinetto presso la Scuola Musicale Jan Novák, iscritta al Registro Provinciale delle Scuole Musicali Trentine. Dal 1998 all’interno della stessa scuola ricopre l’incarico di Direttore.

Emilia Campagna, roveretana, vive un rapporto a tutto tondo con il mondo musicale: svolge attività concertistica in ambito cameristico, è docente di pianoforte presso la Civica Scuola Musicale “R. Zandonai” di Rovereto e esercita l'attività di critica musicale per il giornale “L’Adige”, su cui scrive dal 1997, per la rivista Amadeus e per la trasmissione Radio 3-Suite (Rai); dirige il corso di giornalismo e critica musicale “Parola all'ascolto”. Momento fondamentale della sua formazione pianistica è stato il perfezionamento con Michele Campanella. È laureata in Lettere con una tesi sugli studi pianistici di Gyorgy Ligeti.

Roberto Puliero, attore e registra teatrale, è da anni protagonista e artefice dei grandi successi della Compagnia teatrale “La Barcaccia”, capace di proporre contenuti strettamente legati alla nostra storia e alla nostra cultura, con un linguaggio di chiara lettura e di ampio respiro spettacolare, tanto da richiamare puntualmente un imponente concorso di pubblico. Fra le tante interpretazioni ricordiamo in particolare la pluripremiata realizzazione de “I due gemelli veneziani”, la proposta de “La folle Verona di Shakespeare”, capace di far registrare al Teatro Romano la cifra record di dodicimila spettatori, e la recentissima “Cameriera brillante”. È altresì autore ed interprete di trasmissioni televisive improntate alla satira, ove si esibisce in una multiforme galleria di personaggi attinti dalla vita veronese di oggi. Impegnato nel contempo in campo radiofonico, racconta da anni le vicende calcistiche della squadra della città con uno stile particolarissimo che gli consente di trasformare la radiocronaca in spettacolo. Ha scritto inoltre tre libri di ironiche poesie dialettali.

 

 

 
Roberto Puliero Alessandro Cotogno Marco Bruschetti Emilia Campagna  

 

Connetti