UN'ORA DI MUSICA
Trio di Bergamo


Sabato 20 febbraio alle ore 17.30 prosegue la stagione musicale "Un'ora di musica"
che si svolge al Circolo Unificato di Castel Vecchio.

L'appuntamento vedrà interprete il TRIO DI BERGAMO che eseguirà
composizioni di A.Piatti, L.Bernstein, I.Berlin e G.Gershwin

Attilio Bergamelli pianoforte
Ljuba Bergamelli voce
Andrea Bergamelli violoncello

 

Trio di Bergamo tiene numerosi concerti in tutta Italia ed Europa e da alcuni anni si è conquistato un ruolo di primo piano nel panorama concertistico internazionale. È stato fondato nel 2007 da Attilio Bergamelli insieme ai figli Ljuba e Andrea, che rappresentano un’eccezionale famiglia di musicisti bergamaschi da diverse generazioni.

Attilio Bergamelli è musicista, storico e critico musicale molto noto a livello internazionale. Poliedrico e versatile, per diversi anni è stato protagonista su Canale 5 nella trasmissione “Mattino Cinque” condotta da Federica Panicucci. È stato docente presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano e nel corso di un’attività concertistica trentennale ha collaborato con grandi artisti come Cathy Berberian, Severino Gazzelloni, Antonio Meneses, Barry Tuckwell, Joerg Demus, Franco Petracchi, Antony Pay, Roberto Fabbriciani, Pavel Vernikov, Jana Mrazova, Luisa Castellani, Donella Del Monaco, Aldo Bennici, Ciro Scarponi, Gabor Meszaros, Csaba Onczay, Franco Maggio Ormezowski, Pavel Bermann, Dimitri Ashkenazy, Markus Stockhausen, Vinko Globokar e molti altri.

Ljuba Bergamelli proprio all’inizio del 2013 è stata scelta dalla Biennale di Venezia, iniziando una prestigiosa collaborazione. Nata a Bergamo nel 1984, dopo la maturità linguistica, ha studiato al Conservatorio di Milano, dove si è laureata a pieni voti in Musica Vocale da Camera e in Canto. Svolge un’intensa attività concertistica nell’ambito della musica contemporanea.

Andrea Bergamelli dal 1997 è violoncellista dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma. Si è diplomato presso l’Istituto “Gaetano Donizetti” di Bergamo ed ha proseguito con Csaba Onczay all’Accademia “Franz Liszt” di Budapest. Ha inciso il CD in prima registrazione mondiale “Alfredo Piatti, il Paganini del violoncello” e “Sonate a tre” di Muzio Clementi.

Il programma del concerto prevede una prima parte di impronta cameristica con l’esecuzione di alcuni brani per piano e violoncello del compositore bergamasco Alfredo Piatti. Gli spettatori avranno modo di riascoltare alcuni significativi esempi della produzione cameristica di uno fra i maggiori virtuosi dello strumento nel XIX secolo. La fama di virtuoso dello strumento di Piatti era talmente nota nell’800 che egli fu addirittura definito da Liszt “un Paganini del violoncello”. Il trio presenterà al pubblico una personale rilettura di alcuni classici del songbook americano, in una inedita e affascinante chiave interpretativa, in cui la bellissima voce di Ljuba sarà accompagnata dal violoncello e dal piano. In programma autentici classici del genere di L. Bernstein, I. Berlin e evergreen provenienti dal repertorio di G. Gershwin.

L'appuntamento si terrà a Castelvecchio
 
nella sede del Circolo Unificato dell'Esercito
Sabato 20
 febbraio alle ore 17.30
Corso Castelvecchio, 4 
Verona.

 

Connetti