Festival dei Castelli Romani 2016

Intervista a Emanuele Bevilacqua
 responsabile Doc Servizi Roma e Roma Sud
  

 

                 
 

 

 

Emanuele Bevilacqua è il responsabile delle filiali Doc Servizi Roma e Roma Sud  e vogliamo rivolgergli
qualche domanda  in merito all’importante partnership con il
Festival dei Castelli Romani.

 

 

D – Come nasce questa sinergia tra Doc Servizi e il Festival dei Castelli Romani?
Una conseguenza naturale: Doc Servizi nasce per tutelare i lavoratori dello spettacolo e dare ‘valore all’arte’, in ogni sua forma; va da sè che non potevamo non collaborare e sostenere un’iniziativa come il Festival dei Castelli Romani che partendo dal territorio laziale è ormai una delle realtà più interessanti anche a livello nazionale per le nuove band o cantautori emergenti.

D - In che modo contribuisce Doc Servizi alla realizzazione di questo evento?
Abbiamo messo a disposizione la nostra struttura dando assistenza e supporto a 360° al festival che - seppur già attivo da 4 stagioni - ha così modo di poter crescere sempre di più ed avere più visibilità per i partecipanti al concorso.

D - Roma può essere sicuramente considerata polo attrattore di produzioni culturali, ma come è la situazione della provincia, soprattutto nel territorio dei Castelli Romani, così vasto e ricco sia di storia che di natura?
La filiale di Roma Sud a Velletri è stata aperta proprio con l’obiettivo di poter dare supporto agli operatori e a tutte quelle attività del territorio che ‘soffrono’ la vicinanza con la capitale, così ricca di produzioni culturali, e che quindi fanno più fatica a sostenersi.
Il territorio dei Castelli è ricco di arte e di cultura sotto ogni forma e tanti sono i singoli artisti e le associazioni attive nella provincia ma si dovrebbe collaborare di più in sinergia. La collaborazione è un valore aggiunto che può portare a risultati che spesso da soli sono più difficili, se non impossibili, da raggiungere.

D - Cosa diresti al pubblico per invitarli ad assistere alle serate del FCR2016?
Che ci sono tre ottimi motivi per non mancare:
passare una, due, tre belle serate ascoltando tanta buona musica;
partecipare attivamente alla votazione dei finalisti, aiutando così gli artisti emergenti ad ambire agli importanti premi in palio che li aiuteranno nella loro crescita dandogli visibilità a livello nazionale;
contribuire all’esistenza di realtà come questa che hanno certamente bisogno del sostegno dalla collettività.
E chi preferisce restare sdraiato sul divano a guardare la TV non ama la musica!

 

www.festivaldeicastelli.it

www.facebook.com/FestivaldeiCastelliRomani

www.instagram.com/festivaldeicastelliromani/

 

Connetti