Semilla
Musica Nomade

Lavinia Mancusi

 

 

 

Musica Nomade Semilla è, innanzitutto, un suono, un'idea colorata, un inno al popolo e alla sua musica variopinta.

Semilla è intorno a noi, nelle nostre città e nella nostra storia.

Semilla è l'incontro, il più bello, quello che resta e che crea valore, l'incontro fra i suoni, le musiche, i riti, le culture.

Madre ispiratrice e nucleo generatore di questa ?semina? è la musica tradizionale italiana, tela bianca già carica di storia, quella dei popoli che l'hanno attraversata, incontrata, ferita e amata.

Ogni voce, ogni tamburo, ha lasciato un seme che è già germoglio, albero di canto.

 

 

 

 

Quella italiana è una cultura musicale e poetica che dialoga con le culture di tutto il mondo.

Siamo musicanti raccoglitori di suoni, compagni di navigazione e di viaggio, braccianti onorari di una tradizione che si affaccia nel futuro.

E' così che i canti tradizionali campani del XVII e XVIII secolo incontrano, naturalmente e istintivamente, le coste dell'Andalusia, che i ritmi tribali e curativi del Sud Italia si intrecciano con quelli del Sud America in un continuum musicale e culturale, che il lamento gitano flamenco si scompone nelle miriadi di sfumature della terra siciliana, che le ritmiche delle processioni greche rimandano con la mente - e non solo - all'origine pagana della nostra cultura, quando il dio Sole e il ciclo delle stagioni e della terra scandivano vita e morte.

Prima che le vicende mondiali istituissero artificiali confini nazionali, l'umanità ha comunicato ? e forse comunica tutt'ora ? e costruito la sua storia con il linguaggio universale della musica e del ritmo che le sottende.

Alla ricerca e al ritrovamento di questo filo rosso di musica e poesia è destinato questo viaggio musicale dal nome ?Semilla?, semina, coltura di culture.

 

 

 

 

Lavinia Mancusi: voce, violino, chitarra, tamburi a cornice, danza

Gabriele Gagliarini: percussioni

Arnaldo Vacca: percussioni

Riccardo Medile: chitarra classica, oud, liuto spagnolo, chitarra battente

Bruno Zoia: contrabbasso

Salvatore Zambataro: clarinetto, fisarmonica

 

 Scheda artista Lavinia Mancusi