LE DONNE


? Crudele la storia, formidabile il genio

 

Drammaturgia e coordinamento scenico

Andrea De Manincor

Con

Andrea De Manincor
Sabrina Modenini
Jessica Grossule
Laura Zusi

Coreografie

Barbara de Nucci 


Chi era davvero Giovanna D’Arco? Chi conosce il nome della sorella di Mozart? Perché nessuno conosce Mileva Maric?
In una situazione immaginaria che vacilla tra un’intervista ed un’inchiesta, tre donne hanno finalmente la possibilità di rivelare al pubblico il ruolo che hanno avuto nella Storia e gli onori mancati strappati ingiustamente da una società maschilista.

Uno spettacolo interamente dedicato alla donna che mostra una forma di oppressione talmente subdola e invasiva da non essere nemmeno notata. Perché il femminicidio è soprattutto intellettuale.

 

STRETTI LEGAMI

 

Due Atti Unici di Matteo Cristiani 

Regia: Andrea De Manincor 

Con 

Andrea De Manincor
Nicolò Franceschini
Marco Morbioli
Sabrina Modenini
Jessica Grossule
Paolo Cristani

Coreografie 

Barbara de Nucci 


In una società dove la corruzione è all'ordine del giorno e la pensione viene mangiata dalle strutture geriatriche, Stretti Legami riesce abilmente a ridere della tragedia regalandoci due atti unici e un sacco di allegria! Una commissione, due candidati, tre tentativi di corruzione e quattro vecchietti che vi faranno morire dalle risate. Prima che crepino loro.


Stretti Legami nasce dall’unione di due atti unici apparentemente incompatibili ma che si rivelano due sfumature grottesche del mondo che ci circonda: la corruzione ormai talmente instaurata nei rapporti lavorativi da rivelarsi indispensabile durante un banale colloquio di lavoro, e le case di riposo colme di persone anziane molto più furbe e arzille di quanto la società voglia farci credere. IL CANDIDATO In un giorno qualunque di una città italiana non nominata, tre esaminatori di una commissione devono scegliere chi assumere tra due candidati proposti. Il primo di questi, l’avvenente dottor Pighi, sembrerebbe essere il più adatto, soprattutto dopo le circuizioni di quest’ultimo. Cosa sarà la cosa più giusta da fare? Accettare o rifiutare? Una commedia grottesca con sfumature noir che potrebbe farvi cambiare idea sull’enorme mondo della corruzione. L’AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO Dentro una struttura geriatrica tre pazienti condividono lo stesso amministratore di sostegno. Questo ogni mattina si presenta dai tre clienti con lo scopo di gestire le loro finanze, proteggendole dai nipoti o dal vizio del gioco. Un delizioso vaudeville all’italiana che mostra al pubblico in maniera scherzosa quanto possa essere faticosa la quotidianità di un avvocato che, probabilmente, non ha fatto carriera. 

 

 

Connetti